Volo senza ali

Quante emozioni ci dona la poesia

«Io qui non vengo a risolvere nulla. Sono venuto qui solo per cantare e farti cantare con me»

Così scrisse il poeta cileno Pablo Neruda. La poesia non risolve nulla. Non ti sfama se hai fame, non ti arricchisce se sei povero, non ti riveste se sei nudo, non ti restituisce la persona che hai perduto, voleva dire il poeta.
Se non conosci la poesia, fai più fatica a sopportare tutto questo. Sei più solo, più disperato. Allora la poesia fa bene al cuore, allarga la mente, ti aiuta a capire che non sei solo.
I poeti sono uomini e donne che hanno vissuto maniere diverse, in diversi tempi. Gente come noi. Con le nostre stesse miserie e passioni. Ma con la grazia della poesia.
Poesie dettate dal desiderio di dipingere un quadretto, per fermare un’impressione più o meno complessa, uno stato d’animo, un fuggevole moto interiore.
Sono un uomo innamorato della natura e dell’immaginazione che sola permette di capire il mondo e l’origine delle cose.
Le mie poesie sono tese a risvegliare gli uomini dal torpore in cui cadono di continuo, mentre basterebbe tenere gli occhi aperti per cogliere i mille miracoli dell’esistenza: una nube che passa, un cane che chiede una carezza, l’incontro con un vecchio professore.